Consiglio Comunale – riorganizzazione del corpo di Polizia Locale 2021-2024

NewTuscia Umbria – PERUGIA – Il Consiglio comunale ha approvato con 20 voti a favore (maggioranza), 9 contrari (centro sinistra) e due astensioni (M5S) l’ordine del giorno presentato dal consigliere Alessio Fioroni del gruppo consiliare Lega Salvini per Perugia con la proposta programmatica triennale di riorganizzazione Corpo di Polizia Locale Perugia2021-2024.

Illustrando l’atto lo stesso Fioroni ha riferito che il tema della ‘Sicurezza’ è stato a lungo trascurato, con effetti devastanti per l’immagine della Città di Perugia e della sua Università degli Studi. L’Amministrazione Romizi ha, invece, avviato ed intensificato l’azione di contenimento della criminalità, attraverso iniziative tese ad aumentare il livello di collaborazione tra le Forze di Polizia come conferma il più ampio pattugliamento del
territorio.

“In questo contesto, ha spiegato il consigliere, non si può prescindere dal coinvolgimento del Corpo di Polizia Locale, che attualmente ha un organico di 122 agenti, a fronte dei potenziali 237, con evidente carenza rispetto al fabbisogno. Analizzando la situazione del corpo, inoltre, emerge che l’età media è alta (52 anni), che il 28% degli effettivi beneficia della legge 104 e che la dotazione di mezzi a disposizione della polizia locale è precaria con auto e moto obsolete.” Occorre, pertanto, procedere ad una riorganizzazione del Corpo di polizia locale secondo i seguenti indirizzi. In primis, è facoltà del Comune di Perugia stabilire i parametri di preselezione e selezione dei candidati nelle procedure concorsuali di assunzione. Inoltre, è necessario dotare il corpo di mezzi nuovi e adatti al bisogno, anche tramite reperimento tra quelli sottoposti a sequestro finalizzato alla confisca.

“In buona sostanza -ha concluso Fioroni- è necessaria una nuova visione d’insieme, riguardante il ruolo e l’effettivo scopo che si vuole per la Polizia Locale, ripartendo dalla funzione di Sicurezza Urbana, ponendo al centro il tema del decoro urbano, che va di pari passo con la percezione della sicurezza, da parte dei cittadini. La percezione pubblica dell’attività di Sicurezza Urbana, non può prescindere dal ruolo della comunicazione e dalla capacità di dare visibilità alla Polizia Locale, attraverso gli organi di informazione, principale veicolo di risonanza sull’operato. Infine, la comunicazione e la percezione dell’operato, passano anche dalla dotazione di nuovo vestiario, equipaggiamento e mezzi di trasporto adeguati.
In ragione di ciò nel dispositivo gli istanti propongono di impegnare l’Amministrazione ad andare oltre il numero di assunzioni previste nei prossimi 3 anni compatibilmente alle risorse di bilancio; a che, nel bando per l’assunzione di nuovi agenti, si tenga conto di un limite massimo di età non superiore ai 32 anni, dell’esigenza di almeno 10 motociclisti e 5 autisti. Quindi, si chiede di rafforzare, di almeno due agenti, il costituendo Reparto Cinofilo, così da raggiungere il numero di complessive tre unità; di acquistare almeno tre nuove auto,
possibilmente di fabbricazione e dieci nuovi motoveicoli, anch’essi possibilmente di fabbricazione italiana, tra cui motori a due tempi, 200/250; di ammodernare, le dotazioni, il vestiario e l'equipaggiamento, per il personale e di costituire un Ufficio Stampa autonomo, con adeguata Sala Stampa, presso il Comando di Polizia Locale. Infine, di acquistare un sistema di telecamere mobili, ad alta definizione, per finalità di Pubblica Sicurezza e Polizia Giudiziaria; di rendere concretamente operativa la facoltà del Corpo di Polizia Locale di
accedere alla banca dati SDI, oltre che per auto e moto veicoli, anche per la verifica precedenti penali e soggetti ricercati e di promuovere il supporto informativo derivante da alcune categorie, come tassisti, ma anche edicolanti e benzinai, attraverso la realizzazione di un tavolo permanente mensile tra Comune (Assessorato alla Sicurezza e Comando Polizia Locale), tassisti e le altre categorie citate.

Nel dibattito è intervenuto il consigliere Zuccherini, che ha definito l’ordine del giorno inopportuno “perché -ha detto- mi aspetterei che ci si concentrasse di più sugli aspetti esecutivi che su atti come questo che danno la sensazione che si sia in campagna elettorale permanente.” Zuccherini si è detto concorde sul tema dell’organico della Polizia Locale, ma ha sollevato perplessità rispetto alle soluzioni individuate. “Quando si parla di assunzioni – ha precisato- bisogna ricordare che avvengono attraverso un piano triennale che, peraltro, è
stato approvato di recente dalla giunta e che per procedere a nuove assunzioni c’è tutto un percorso da fare che richiede tempo.” Zuccherini si è detto critico anche rispetto alla richiesta di acquistare auto e moto preferibilmente italiane, in considerazione del fatto che anche in questo caso ci sono delle regole che vanno rispettate. Infine, si è detto contrario alla creazione di un ufficio stampa separato del corpo e ha invitato la maggioranza e la giunta a concentrarsi sulla stabilizzazione del personale precario.

Per l’assessore alla Sicurezza Merli, invece, la proposta della Lega rappresenta “un ulteriore tassello che consentirà di migliorare l’attività della Polizia Locale.” L’assessore ha, peraltro, rivendicato l’attenzione concreta e le risorse investite per la Polizia Locale da parte dell’amministrazione, che a suo avviso si è mossa sotto il profilo operativo più che su quello ideologico. Nel ribadire che l’esecutivo farà quanto è nelle proprie competenze per ogni punto all’ordine del giorno, l’assessore ha quindi condiviso in pieno la proposta. Per il
proponente, infine, “l’opposizione perde l’occasione per dare un contributo fattivo nell’interesse collettivo. La nostra visione di città -ha spiegato in chiusura Fioroni- passa anche attraverso la Polizia Locale, a cui vogliamo dare tutti gli strumenti utili e necessari a svolgere il suo difficile compito.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *