Orvieto, una Hollywood in Umbria.

NewTuscia Umbria – ORVIETOSi è recentemente svolto un produttivo incontro che ha avuto luogo al Comune di Orvieto. Protagonisti del confronto sono stati il Sindaco della città, Roberta Tardani, il neo direttore di Umbria Film Commission, Alberto Pasquale, e la sua rappresentante di Consiglio amministrativo Maria Rosi. Francesca Renda, in nome del Comune di Perugia, ha presenziato in relazione alle produzioni cinematografiche.

Il Direttore Pasquale ha utilizzato questo appuntamento nella città della Rupe per perlustrare l’ex caserma Piave, all’interno dei quali sono state allestite le scenografie del film Carla”, ed ha anche visitato il Centro Studi Città di Orvieto, il nucleo che ospita il corso di Filmaker Factory.

Il SindacoTardani ha speso parole soddisfatte nei confronti di questa realtà realizzativa: Ai rappresentanti di Umbria Film Commission abbiamo illustrato le numerose attività svolte in questo ultimo anno che ha visto la nostra città ospitare importanti produzioni cinematografiche e televisive come Carla’, il film sulla vita di Carla Fracci, prodotto da Anele e Rai Cinema e che ha avuto un grande successo al cinema e in televisione; la serie tv de Le fate ignoranti’ prodotta da Disney per il canale Star e diretta da Ferzan Ozpetek; La Befana vien di notte 2’ con Monica Bellucci e Fabio De Luigi eIl principe di Roma’ con Marco Giallini. Entrambe prodotte da Lucky Red. Ma non solo.

Dallo scorso anno il nostro Centro studi ha aperto una sezione audiovisivi e avviato un corso per film maker che ha riscosso un buon gradimento malgrado le limitazioni legate alla pandemia; mentre quest’anno compirà 5 anni l’Orvieto Cinema Fest, il festival internazionale dei cortometraggi, che sta sempre di più crescendo e affermandosi nel settore.

Location, formazione ed eventi, dunque, sono gli assi sui quali vogliamo investire convinti che il settore cinematografico e televisivo possa rappresentare un importante veicolo di promozione per la nostra città e il nostro territorio ma anche un’opportunità di sviluppo economico. In questo senso stiamo valutando la possibilità di realizzazione degli studi di posa per rivitalizzare una parte dell’ex caserma Piave e stiamo lavorando a una modifica del regolamento sull’imposta di soggiorno che preveda agevolazioni per le produzioni cinematografiche che decidano di venire a girare in città come ulteriore incentivo a scegliere Orvieto.

Il direttore di Ufc aggiunge il Sindaco – è rimasto piacevolmente colpito non solo dalle bellezze della nostra città, set naturale per cinema e tv, ma anche e soprattutto dal modello di accoglienza che Orvieto è stata capace di offrire in termini di ospitalità e supporto nella logistica e nell’organizzazione, elementi che fanno la differenza e che sono stati apprezzati anche dalle produzioni che si sono avvicendate in questi mesi. Un lavoro, realizzato grazie alla collaborazione tra le associazioni di categoria e all’impegno degli uffici comunali, che ora mettiamo a patrimonio comune con Umbria Film Commission dalla quale abbiamo avuto la disponibilità a collaborare per nuove produzioni, iniziative legate alla formazione e altri importanti e ambiziosi progetti che confidiamo di poter presentare presto”.

Le premesse per una proficua collaborazione tra la città di Orvieto e la Fondazione UFC sono più che buone ed i risultati finora ottenuti aprono prospettive sicuramente incoraggianti. Nella speranza che l’Umbria continui ad essere un set naturale per pregevoli produzioni filmiche, come è accaduto negli ultimi anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *