Ludopatia. Il Comune di Bastia Umbra vince sulla limitazione degli orari per sale gioco e slot machine

NewTuscia Umbria – BASTIA UMBRA – Il Sindaco Paola Lungarotti appresa la sentenza del Tar ha espresso soddisfazione per il risultato ottenuto nell’iter intrapreso dall’Amministrazione Comunale nella lotta  alla ludopatia.

Il Tar dell’Umbria ha respinto il ricorso dalle società che chiedevano l’annullamento dell’ordinanza N. 110 DEL 31-07-2017 firmata dal Sindaco Stefano Ansideri. L’ordinanza stabiliva la riduzione degli orari di apertura delle sale gioco e slot machine su tutto il territorio del Comune  dalle ore 10,00 del mattino alle ore 23,00 della sera.

La sentenza pronunciata dal Tribunale Amministrativo Regionale per l’ Umbria fa riferimento alla relazione istruttoria posta a corredo dell’ordinanza impugnata:  “Dai rapporti epidemiologici relativi agli anni 2017/2018 utilizzati dalla U.S.L.Umbria a supporto del suindicato rapporto istruttorio, risulta inoltre un progressivo aumento degli utenti affetti da G.A.P. (gioco d’azzardo patologico) in carico ai servizi di cura delle dipendenze nel territorio dell’Assisano (ossia quello di competenza del Comune di Bastia) passati dai 9 del 2015 ai 18 del 2017, con un aumento pari del 100% e con il più elevato numero di giocate pro-capite dell’intera regione a carico del Comune di Basta Umbria”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *