Perugia; inaugurato il “Green Table”

Il sindaco Romizi:“Lavorare tutti insieme per vincere la sfida della sostenibilità e della difesa del pianeta”

New Tuscia Umbria – PERUGIA – Si è tenuta ufficialmente nel pomeriggio di mercoledì 20 ottobre l’inaugurazione di Green Table, Forum Internazionale su architettura e design per il futuro, evento dedicato ai temi dell’ambiente e della sostenibilità. La manifestazione, in programma presso l’auditorium San Francesco al Prato fino al 23 ottobre, ospiterà personalità di primo piano del mondo della cultura, del progetto, della scienza, della filosofia e della economia per dialogare attorno al ruolo del design nella ricerca di una relazione armonica tra genere umano e mondo naturale.

Il ricchissimo programma prevede oltre venti confronti che vertono su questioni di stringente attualità, affrontate da nomi illustri del mondo della progettazione, dell’economia e della cultura, portatori delle più diverse esperienze e visioni.

Gli eventi potranno essere seguiti sia in presenza fisica che on line, accedendo all’innovativa piattaforma Green Table

Unica nel suo genere la location fisica. Green Table, infatti, è l’evento che inaugura ufficialmente l’auditorium San Francesco al Prato, riaperto, anche se ancora in via straordinaria, dopo le complesse opere di completa riqualificazione che hanno valorizzato la storica ex chiesa edificata intorno al 1250.

L’Auditorium oggi si presenta come un’opera innovativa con circa 514 posti a sedere, dei quali 372 nella sola navata centrale fronte-palco.

L’evento internazionale si è aperto con un momento di cultura, ossia Alba, preludio ad una nuova armonia, spettacolo a cura di Umbra Ensemble che ha eseguito un brano di Haydn, accompagnato dalle evoluzioni dell’artista Marco Nereo Rotelli. Poi spazio all’inaugurazione vera e propria alla presenza, tra gli altri, del sindaco Andrea Romizi, della presidente della fondazione Cassa di Risparmio di Perugia Cristina Colaiacovo e della presidente della Regione Donatella Tesei.

A coordinare i lavori Andrea Margaritelli, presidente dell’istituto nazionale di architettura, tra i promotori dell’evento insieme ad Adi ed al Consiglio nazionale degli architetti. La lezione introduttiva è stata a cura del neurobiologo vegetale Stefano Mancuso.

Il sindaco Romizi, aprendo i saluti istituzionali, non ha nascosto una grande emozione nell’essere all’interno dell’auditorium “per chi come me ha visitato ripetutamente questo magnifico tempio francescano per doveri d’ufficio durante il periodo del restauro”. Il sindaco ha manifestato il piacere nel poter accogliere l’evento Green Table, ritenuto da lui progetto di assoluta qualità e respiro.

Quando al Comune è stata prospettata in tempi di restrizioni la possibilità di realizzare il forum, c’è subita apparsa come un’occasione preziosa e da cogliere al volo per valorizzare città e regione. E’ stata quindi individuata come location più adatta per un evento di rilievo internazionale San Francesco al Prato, luogo ricchissimo di storia e di identità perugina.

Oggi riapriamo questo tempio, seppur ancora in forma straordinaria, con l’auspicio che, completati i lavori in corso nella cappella degli Oddi, dal 2022 l’apertura possa diventare ordinaria”. Oltre all’importanza del luogo per Romizi è altrettanto centrale il tema dell’evento che consentirà alla città di collegarsi al mondo con una modalità del tutto innovativa: il tema è quello della sostenibilità e della difesa del pianeta, sfide fondamentali “che dobbiamo saper vincere tutti insieme. Sentiamo fortemente questa responsabilità umana e civica in cui un ruolo fondamentale rivestono le città chiamate a contribuire alla  mitigazione dei cambiamenti climatici”. Perugia già ha avviato questo percorso, con progetti di ampio respiro come Life Clivut, ma molto si potrà ancora fare proprio partendo dalle riflessioni e dagli impegni che potranno derivare dal Green table di Perugia.

Anche per Cristina Colaiacovo, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, l’evento ha il pregio di portare l’Umbria e Perugia al centro delle discussioni internazionali su quelle che saranno le linee guida per lo sviluppo sostenibile, su cui tutte le Istituzioni e le stesse fondazioni stanno ormai accelerando.

Per la presidente della Regione Donatella Tesei Green Table è un evento straordinario che l’Ente ha deciso di sostenere convitamente fin dall’inizio. L’auspicio è che possa essere la prima di una serie di iniziative di valore internazionale che pongano la regione Umbria al centro di un processo di ripartenza e di apertura al mondo.

Dall’Umbria, in sostanza, vogliamo far partire progetti innovativi cui stiamo lavorando consapevoli del fatto che siamo una regione piccola, ma in grado di fare la differenza grazie alle nostre eccellenze uniche. Credo che questi risultati potranno essere raggiunti lavorando tutti insieme e facendo “squadra”.

Dopo gli interventi la serata è continuata con la proiezione in anteprima del documentario “My forest Umbria”.

Tutto programma è consultabile sul sito greentable.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *