Piediluco; operazione antidroga nel bosco di “Mazzelvetta”

lotta allo spaccio, blitz dei carabinieri in zona “Mazzelvetta” a Piediluco

 NewTusciaUmbria – PIEDILUCO – Ennesimo blitz dei Carabinieri della Compagnia di Terni mirato al monitoraggio e alla repressione del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nelle aree boschive del territorio, è stato effettuato nell’area boschiva di “Mazzelvetta”, di Piediluco.

L’operazione è stata effettuata dai militari della Sezione Operativa e della Sezione Radiomobile del NORM di Terni, unitamente ai Carabinieri del Comando Stazione di Piediluco e con il supporto del Nucleo Cinofili di Roma e della Stazione Carabinieri Forestali di Terni.

Una lunga giornata nei boschi volta a bonificare, individuare e prevenire episodi di spaccio di sostanze stupefacenti in un’area che, negli ultimi giorni, era stata segnalata dai residenti come luogo ove avveniva uno strano traffico di veicoli che facevano brevi soste proprio nei pressi dell’accesso al sentiero che conduceva all’interno del bosco. Con impegno e precisione, i militari dell’Arma hanno dapprima trovato e, quindi, rimosso gli accampamenti, costituiti da tende, teli, vestiti, scarpe, batterie di auto, viveri, telefoni cellulari ed altro materiale utilizzato da quegli spacciatori che usavano il bosco per mimetizzarsi e svolgere i loro sporchi affari. Dopo la rimozione di tutti i materiali abbandonati dagli spacciatori, nei prossimi giorni si provvederà alla pulizia dell’intera area interessata dai rifiuti. Durante le ricerche, grazie all’ausilio prezioso dei cani antidroga del Nucleo Carabinieri Cinofili di Roma\Ponte Galeria è stato possibile rinvenire circa 170 grammi di sostanze stupefacenti del tipo Eroina (60 grammi), Cocaina (60 grammi) ed Hashish (50 grammi).

La droga, già confezionata in piccole dosi e pronta per essere spacciata, era stata ben occultata sotto alcuni sassi e in buche scavate nel terreno, ma il fiuto dei cani è stato più efficace dell’ingegno dei malviventi. Le indagini adesso proseguono per individuare i responsabili dello spaccio. Come sempre la collaborazione tra i cittadini e Carabinieri permette di ottenere ottimi risultati in termini di sicurezza, in tale ottica le segnalazioni restano lo strumento migliore per arrivare a soluzioni rapide del problema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *